Lettura dei contatori SML con testa di lettura ottica

Molti misuratori "moderni" sono dotati di un'interfaccia ottica, ovvero un diodo a infrarossi, con il quale alcuni valori del misuratore di corrente vengono emessi in formato SML. Il cFos Charging Manager supporta questi contatori e il collegamento di una testina di lettura ottica. Le testine di lettura ottica sono disponibili in due varianti: Con livello TTL a 3,3 V o con connessione USB. È possibile collegare una testina di lettura TTL al controllore cFos Power Brain e una con interfaccia USB al Raspberry PI o a Windows.

Per leggere un misuratore che parla SML utilizzando una testina di lettura ottica, è necessaria una testina di lettura con livello TTL per il cFos Power Brain. Il cablaggio avviene come segue: Per i controllori con rev. hardware 1.1 (rev. C) e 2.0 (rev. F):

GND - Pin 10
TxD - Pin 11 - qui è collegato RxD del lettore
RxD - Pin 12 - qui è collegato TxD del lettore
Vcc - Pin 15

Impostare quindi un contatore del tipo "SML Meter" nel cFos Charging Manager. Immettere COM2,9600,8,N,1 come indirizzo.
Se si utilizza cFos Charging Manager in ambiente Windows o Raspberry, è necessaria una testina di lettura ottica con interfaccia USB. Impostare il tipo "SML Meter" come misuratore e impostare l'indirizzo su COMx,9600,8,N,1, dove COMx è la porta COM sotto la quale il lettore USB fa rapporto (simile agli adattatori Modbus).

Abilitazione del contatore con codice di lampeggio

Allo stato di base, i "moderni dispositivi di misurazione" installati negli armadietti dei contatori forniscono i kWh solo tramite interfaccia ottica. Per ricevere i valori delle prestazioni in tempo utile, devono essere abilitati con un PIN. Il PIN può essere richiesto al gestore del punto di misura o all'operatore di rete. Se si dispone del PIN, è possibile sbloccare il contatore con una torcia: Far lampeggiare una volta l'interfaccia ottica. Lo strumento eseguirà quindi un test del display e sul display appariranno "PIN" e 4 zeri. Ora è possibile aumentare il primo 0 con impulsi di circa 1 secondo. A questo punto è possibile incrementare il primo 0 con impulsi di circa 1 secondo fino a quando non si è inserita la prima cifra del pin. Attendere quindi che il cursore salti al secondo zero e aumentare questa cifra di conseguenza, facendo lampeggiare gli impulsi. Dopo aver inserito tutte e 4 le cifre del PIN, il contatore si attiva per 120 secondi. In questo stato, un breve lampeggiamento fa cambiare il display in diverse rappresentazioni. Una di queste è "PIN on". A questo punto si accende per circa 5 secondi fino a quando non appare "PIN off". A questo punto è stata abilitata in modo permanente la trasmissione di potenza attiva attraverso l'interfaccia ottica. Si noti che questo consente anche a chiunque abbia una torcia di leggere i vari valori del misuratore. Purtroppo, la potenza attiva viene spesso trasmessa solo come valore totale. Il cFos Charging Manager calcola quindi i valori di corrente corrispondenti per le fasi. Poiché questo dato è soggetto a un certo grado di imprecisione, è necessario pianificare o impostare una certa riserva per le attività di gestione del carico.

Leggere il contatore con Tasmota

Tasmota è un sistema operativo per i processori Espressif ESP. È possibile collegare la testina di lettura ottica Hichi IR a un modulo ESP con Tasmota. Tasmota mette a disposizione un server web dal quale il cFos Charging Manager può leggere i dati del contatore determinati tramite la testa di lettura. Ecco le istruzioni di Andreas H. su come configurare Tasmota di conseguenza:

Dopo l'integrazione nella WLAN, la testina di lettura deve essere descritta con lo script corrispondente in base al contatore esistente.
Interfaccia web (testa di lettura IP) -> Console -> Modifica script (memorizza script)
Importante: attivare "Abilitazione script" e salvare
Con la definizione del misuratore esistente "Tasmota_Smartmeter_http.json" viene letto un misuratore Logarex modello LK13BE con SML.
Lo script corrispondente:

>D
>B
->sensor53 r
>M 1
+1,3,s,16,9600,LK13BE,1,10,2F3F210D0A,063035310D0A
1,77070100010800ff@1000,Gesamt kWh bezogen,kWh,Power_total_in,1
1,77070100020800ff@1000,Gesamt kWh geliefert,kWh,Power_total_out,1
1,77070100100700ff@1,Verbrauch aktuell,W,Power_curr,0
1,77070100240700ff@1,Power L1,W,Power_L1_curr,0
1,77070100380700ff@1,Power L2,W,Power_L2_curr,0
1,770701004C0700ff@1,Power L3,W,Power_L3_curr,0
1,77070100200700ff@1,Voltage L1,V,Volt_L1_curr,1
1,77070100340700ff@1,Voltage L2,V,Volt_L2_curr,1
1,77070100480700ff@1,Voltage L3,V,Volt_L3_curr,1
1,770701001f0700ff@1,Amperage L1,A,Amperage_L1_curr,2
1,77070100330700ff@1,Amperage L2,A,Amperage_L2_curr,2
1,77070100470700ff@1,Amperage L3,A,Amperage_L3_curr,2
1,770701000e0700ff@1,Frequency,Hz,HZ,2
1,77070100510704ff@1,Phaseangle I-L1/U-L1,deg,phase_angle_p1,1
1,7707010051070fff@1,Phaseangle I-L2/I-L2,deg,phase_angle_p2,1
1,7707010051071aff@1,Phaseangle I-L3/I-L3,deg,phase_angle_p3,1
1,77070100510701ff@1,Phase angle U-L2/U-L1,deg,phase_angle_l2_l1,1
1,77070100510702ff@1,Phase angle U-L3/U-L1,deg,phase_angle_l3_l1,1

Se si utilizza un contatore diverso da quello citato nell'esempio, Tasmota deve essere messo in funzione con lo script corrispondente al contatore esistente.
Gli script Tasmota adatti ai modelli più comuni sono disponibili su Internet.
Successivamente, l'output può essere testato con il link http://ip_lesekopf/cm?cmnd=status%2010. Il feedback dovrebbe essere simile a questo.
Il feedback dovrebbe apparire come segue (esempio: Logarex LK13BE)

{
"StatusSNS":{
"Time":"2022-09-24T10:16:32",
"LK13BE":{
"Power_total_in":108.9,
"Power_total_out":0.0,
"Power_curr":4294,
"Power_L1_curr":1390,
"Power_L2_curr":1453,
"Power_L3_curr":1450,
"Volt_L1_curr":235.0,
"Volt_L2_curr":232.9,
"Volt_L3_curr":234.2,
"Amperage_L1_curr":5.96,
"Amperage_L2_curr":6.33,
"Amperage_L3_curr":6.25,
"HZ":50.00,
"phase_angle_p1":353.1,
"phase_angle_p2":351.6,
"phase_angle_p3":353.2,
"phase_angle_l2_l1":120.1,
"phase_angle_l3_l1":241.0
}
}
}

Di conseguenza, le voci della definizione del contatore (JSON) devono essere adattate individualmente e caricate nel WB di cFos.

Per questo feedback, è possibile creare un contatore definito dall'utente nel cFos Charging Manager utilizzando una definizione JSON. Per l'esempio precedente, ecco il download della pagina dei dispositivi supportati da cFos Charging Manager. Nel cFos Charging Manager, si inserisce quindi un contatore del tipo "Ingresso HTTP" con l'indirizzo del proprio Tasmota.