Contatore di porte COM per cFos Charging Manager in Raspberry e Windows

I contatori S0 hanno un'uscita di commutazione per gli impulsi S0 (ad esempio, 1000 impulsi per kWh). Il cFos Charging Manager può valutare questi impulsi su un'interfaccia RS232 e renderli disponibili sotto forma di contatore "porta COM". In questo modo, un contatore può essere collegato a un Raspberry o a un PC con poco sforzo. Sono necessari un adattatore USB RSR e terminali adeguati:
RS232 USB Adapter
Klemmen für RS232

L'uscita S0 del contatore deve commutare il pin RX a massa dall'interfaccia RS232. Si noti che la maggior parte dei contatori S0 utilizza uscite a transistor e la corrente può scorrere in una sola direzione. Pertanto, se necessario, ruotare la coppia di fili. È quindi possibile impostare un contatore "Porta COM" in cFos Charging Manager. Inserire come indirizzo la porta COM fornita dall'adattatore USB. Poi bisogna impostare gli impulsi per kWh che il contatore fornisce.
Nota: L'interfaccia RS232 ha ufficialmente un livello di 12 V, ma in pratica è molto inferiore. Ma dovrebbe essere sufficiente per alcuni metri di cavo (forse 3-5 m).

Utilizzare la porta COM come ingresso digitale

Con la configurazione di cui sopra, il misuratore "COM Port" fornisce anche ingressi digitali, ad esempio per valutare i segnali di controllo provenienti dall'esterno, come il contatto del relè di un ricevitore di controllo dell'ondulazione o un inverter di un sistema solare. È possibile collegare a terra i segnali CTS, DSR, RI e CD sull'interfaccia RS232. Questi possono essere valutati come input1 a input4 (sequenza: CTS, DRS, RI, CD) nel misuratore mediante formule. Se il contatore ha l'ID dispositivo M5 nel cFos Charging Manager, ad esempio, è possibile accedere a M5.input1, M5.input2, M5.input3 e M5.input4 utilizzando le formule.